Una volta che le uve vengono vinificate, è l’enologo a unire, con precisione e maestria,   facendo  grande attenzione alle caratteristiche ogni tipo di terreno, nel rispetto del carattere di ogni vitigno e di ogni parcella,

Quindi  le tre generazioni Drappier si riuniscono con lo Chef de Cave, per la delicata missione, che ogni anno porta all’assemblaggio dei loro vini, con particolare attenzione al rinnovamento,  in questo modo non si preoccupano della semplice omogeneità delle loro cuvées,  ma piuttosto cercano la massima espressione di ogni loro vino .  Opponendoci fortemente all’utilizzo eccessivo della solforosa, noi pratichiamo i dosaggi più bassi possibili.

Gli champagne ottenuti posseggono altresì dei colori più naturali, con riflessi dorati e vene ramate e degli aromi più floreali.  Oltre al rispetto del consumatore, questa specificità crea una una presa di spuma a bassa temperatura, che genera una effervescenza fine  e sottile.

Le liqueurs d’exspedition sono invecchiati nelle botti di rovere di limousin e poi in damigiane per più di 15 anni, guadagnando così sia in  concentrazione e nobiltà. Esse sono inserite in ogni bottiglia a dose ridotta, al fine di accentuare, durante la degustazione,  la permanenza in bocca, garantire  finezza  e fragrannza senza mai appesantire il palato. Gli champagne così otteniti sono più complessi e più puri.

Mentre i millesimi maturano nella fresca oscurità delle cantine di Reims in gesso create nel 1870, i grandi formati sono saggiamente allineate nella cantina del XII secolo costruita ad Urville dai monaci cistercensi dell’abbazia di Clairvaux.

L’eccezionalità dei vini di champagne non finiranno mai di stupirci. Si apprezzano la vinosità e la regolarità di uno champagne di ottima fattura.

Il generale De Gaulle è stato uno di quelli che amò lo champagne Drappier per il suo carattere deciso, ai suoi tempi fu il più celebre cliente della Maison Drappier. Era il suo champagne favorito per tutte le riunioni a Colombey-les-deux-Eglises , villaggio nelle vicinanze di  Urville feudo della famiglia Drappier.  In omaggio all’illustre personaggio la maison Drappier gli ha dedicato una delle sue grandi cuvee.

> Download the PDF